Restyling Sito Web: quando e perché rifare il sito Internet?

Web design

Restyling Sito Web: quando e perché rifare il sito Internet?

Ci siamo: già in troppi ti hanno fatto notare che il tuo sito è datato e obsoleto.

Ti hanno fatto anche notare che non soddisfa gli obiettivi di business, perché un sito web non va pensato come a un elemento isolato dal resto della comunicazione aziendale, ma come uno strumento potentissimo in grado di trasmettere l’immagine del brand in tutto il mondo, dunque da inserire necessariamente all’interno di una strategia di comunicazione integrata in grado di portare risultati.

Per un’azienda è fondamentale non restare esclusi dal mercato, ma continuare a mantenere alta la competitività e migliorarsi sempre. Internet è un mercato sempre in crescita e in continua evoluzione, per questo un’azienda non può rinunciare a essere presente e soprattutto non può permettersi di trascurare il sito web.

Sarebbe un errore gravissimo non rinnovarlo mai in struttura, grafica e contenuti!

 

6 buoni motivi per aggiornare il sito web

Per rendere il tuo sito accattivante, efficiente e al passo con i tempi serve una vesta grafica e strutturale che va tenuta sempre aggiornata e al passo con i tempi.

Ecco 6 casi in cui è opportuno fare un restyling al più presto per evitare di perdere la visibilità su Google e soprattutto i clienti!

 

1. E’ lento

In un mondo veloce in cui si ha sempre meno tempo da perdere soprattutto su Internet, un sito lento rischia di spazientire gli utenti.

Google stabilisce che la velocità di caricamento ottimale è di 3 secondi al massimo, oltre la quale aumenterebbe il tasso di abbandono del sito da parte del visitatore.

ricerca think with googleLo stesso colosso di Mountain View lo scorso anno ha rilasciato il Google Page Speed, cioè l’algoritmo che utilizza la velocità su mobile come fattore di posizionamento, cioè come parametro per classificare i risultati di ricerca mobile.

Leggi anche: Cos’è e come funziona il Page Speed

Infine numerose ricerche hanno dimostrato che la velocità influenza le decisioni d’acquistociò significa che le persone ammettono di non fare acquisti su un sito lento.

Correggere queste mancanze permette di rendere il sito fruibile a tantissimi potenziali clienti.

 

2. Non è sicuro

Già dallo scorso anno Google ha iniziato a penalizzare tutti i siti non a norma con il certificato SSL, cioè il protocollo di sicurezza dei siti web.

Lo stesso Chrome contrassegnerà tutti i siti HTTP come “non sicuri”

sito non sicuro

Leggi anche: Nuovo Google Chrome: addio www dagli indirizzi

 

3. E’ vecchio

Sito in flash, layout poco accattivante, pop up obsoleti, colori e font che rendono il testo illeggibile, immagini poco professionali. Questi sono alcuni dei fattori che fanno letteralmente scappare gli utenti dal tuo sito!

Fare un restyling non significa necessariamente rifare il sito da capo, ma anche apportare alcune migliorie grafiche, tecniche e strutturali che lo renderebbero sicuramente più attraente agli occhi sia degli utenti che di Google.

 

4.  Non si vede sui dispositivi mobili

Se il tuo sito non è fruibile da smartphone, tablet e altri device mobili sappi che stai tagliando dal tuo business un enorme fetta di mercato.

Oggi le persone usano quotidianamente i cellulari per navigare su Internet sia per cercare informazioni che per effettuare acquisti online. Un sito responsive e mobile-friendly è quello che ci vuole per soddisfare le loro esigenze.

Lo stesso Google indicizza un sito a partire dalla versione mobile.

 

5.  Non si trova su Google

La ricerca sul Web è in continua evoluzione, basta pensare al boom degli Assistenti Vocali e gli Smart Speaker per la casa, o agli sviluppi di Intelligenza Artificiale e Machine Learning negli stessi algoritmi di Google.

Leggi anche: Ricerche senza click, il futuro della ricerca

In Rete sono cambiate anche le modalità con cui un utente è in grado di intercettare il sito web che stava cercando.

Un utente può accedere al tuo sito:

  • Da Google Immagini, sempre più interattivo e ricco di informazioni;
  • Dalle Mappe, dunque dalle schede locali di Google My Business;
  • Dai Social, se ritiene che il tuo profilo sia aggiornato e professionale;
  • Da un video su YouTube;
  • Da una ricerca sul Web per un contenuto del tuo blog che percepisce come autorevole;
  • Da Google Discover, il nuovo Feed di Google sugli smartphone;

Una buona Strategia SEO permette di migliorare il posizionamento del sito su tutti questi canali

 

Leggi anche: Come ottimizzare il sito per la Ricerca Vocale

 

6. Non porta clienti

Un sito che non è visibile su Google non porta denaro. Non solo, ma fa anche perdere tempo e denaro investiti!

Per questo è importante affidarsi a una Web Agency qualificata e progettare insieme le varie fasi del restyling e le strategie da intraprendere per migliorare la visibilità sui motori di ricerca.

Se hai notato che il tuo sito non raggiunge i risultati che speravi, probabilmente è il momento di fare un restyling!

 

Rivolgiti a un’agenzia seria e competente, contattaci per un preventivo gratuito!

 

Leggi anche: Primi su Google? Presto non servirà più

 

PromuoviWeb • Strategie di Web Marketing su misura

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *