Google fornisce alcuni chiarimenti sul Mobile First Indexing via Twitter

google mobile first index

Google fornisce alcuni chiarimenti sul Mobile First Indexing via Twitter

Google ha rilasciato il Mobile First Indexing, cioè la nuova indicizzazione dei siti partendo dalla versione mobile delle pagine web.

Vista però la grande confusione che si è creata sull’argomento, Big G ha deciso di pubblicare su Twitter alcuni chiarimenti ufficiali per spiegare a tutti di cosa si tratta.

Leggi anche: Il nuovo algoritmo di Google si prepara a stravolgere la SEO

Ecco una sintesi delle spiegazioni di Google sul Mobile First Index

 

Indicizzazione degli URL

Secondo il Mobile First Index, Google indicizza l’URL della versione ottimizzata per i dispositivi mobili di un sito web. Quando le due versioni hanno URL separati, il motore di ricerca mostrerà quelli corrispondenti al tipo di device, fermo restante che il contenuto indicizzato sarà quello relativo alla versione mobile.

 

Frequenza di scansione

Il numero totale di URL sottoposte a scansione da parte del crawling non cambierà se non durante il periodo del passaggio, quando il motore di ricerca si troverà a indicizzare di nuovo ampie porzioni di web alla volta.

Correzione di un bug nella cache

Potrebbe capitare che un bug nella cache di Google restituisca un errore 404 o una pagina vuota. Nel caso in cui si venga coinvolti, nessun problema in quanto si tratta di un errore temporaneo dell’interfaccia utente che non verrà considerato nel processo di indicizzazione.

Aggiornamento della velocità

L’aggiornamento della velocità come fattore di ranking in vigore a partire da luglio 2018 non è collegato all’indicizzazione dei dispositivi mobili.

Consigli di mobile Web Design

Google consiglia di utilizzare “hamburger-menu” o menu con effetto “fisarmonica” nel design dell’interfaccia utente dello smartphone

Requisiti

Avere una versione mobile-friendly o responsive non sono requisiti per l’indicizzazione mobile-first. Tutte le pagine web si continueranno a vedere sui device mobili, si tratta solamente di un cambio di prospettiva nell’indexing.

 

Il mobile first non influenza il posizionamento

L’indicizzazione mobile-first non influenza il ranking di un sito, cambia solo il modo in cui Google sta scansionando il web.

 

Fonte: Searchengineland

 

Leggi anche: Ask the right questions, l’algoritmo Google per rispondere alle domande degli utenti

Noi di Promuoviweb realizziamo siti web totalmente personalizzati: contattaci per un preventivo su misura!

 

Valentina – Promuoviweb • Strategie di Web Marketing su misura

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *