Quali sono i fattori di ranking di Google? Ecco cosa c’è da sapere

ranking

Quali sono i fattori di ranking di Google? Ecco cosa c’è da sapere

Sfatiamo subito un mito: non esiste un numero definitivo dei fattori di ranking Google, per il semplice fatto che questi vengono aggiornati continuamente.

Basta pensare all’incremento degli studi di Semantica e Intelligenza Artificiale per rispondere alle richieste degli utenti, ai recenti algoritmi riguardanti la velocità dei siti web oppure ai nuovi criteri di indicizzazione dai dispositivi mobili.

Non solo, ma grazie allo sviluppo del nuovo algoritmo Ask the Right Questions, è probabile che nel prossimo futuro l’algoritmo di ranking non deciderà neanche più la classificazione dei siti.

Nel frattempo, ti spieghiamo quali sono e cosa c’è da sapere sui criteri che influenzano il posizionamento organico, da considerare assolutamente per fare SEO su Google.

Ecco alcuni fattori di ranking di Google

HTTPS come fattore di ranking

Il protocollo di sicurezza dei siti web veniva considerato un criterio di posizionamento già nel 2014, ma a partire dall’estate 2018 Google ha iniziato concretamente a penalizzare tutti i siti non a norma.

Leggi anche: Cosa c’è da sapere sulle penalizzazioni Google per i siti non https

 

Velocità del sito come fattore di ranking

Questo criterio era stato annunciato nel 2010. Nel 2018, grazie al Page Speed Update, il motore di ricerca esamina la velocità di caricamento delle pagine dai device mobili e la utilizza come criterio per determinare il posizionamento del sito.

 

Meta tag Title come fattore di ranking

Il meta tag title della pagina web è il punto perfetto per inserire le keyword in modo strategico ed è uno dei primi elementi in ordine di gerarchia che viene visualizzato e analizzato da Google.

Approfondisci come fare nel nostro postDove inserire le parole chiavi del sito web

 

Mobile-friendly come fattore di ranking

Un sito professionale ottimizzato per il web deve obbligatoriamente dare priorità all’usabilità sui dispositivi mobili

 

Link come fattore di ranking

Un sito con molti backlink di qualità è considerato autorevole.

 

Anchor text come fattore di ranking

Un corretto anchor text permette all’utente di capire la destinazione del link e a Google si associarne il collegamento e il contesto.

 

Autorità di dominio come fattore di ranking

La Domain Authority (DA) misura l’autorità e l’autorevolezza del dominio. Può essere misurata con il numero di link in entrata, l’anzianità del dominio e la dimensione del sito.

 

Intento di ricerca come fattore di ranking

Soddisfare l’intento di ricerca degli utenti significa scrivere contenuti di qualità che soddisfano le intenzioni di ricerca e gli obiettivi di business dell’azienda.

Leggi anche: Scrittura SEO: come scrivere contenuti che convertono

 

Geolocalizzazione come fattore di ranking

Già da qualche tempo siamo abituati a visualizzare ricerche personalizzate in base alla nostra posizione geografica. Ottimizzare i profili locali e la SEO per le ricerche geolocalizzate è ciò che bisogna fare per ottenere ottimi risultati.

Leggi anche: Google inaugura le categorie dinamiche su Mappe

 

Conclusioni

I fattori di ranking ufficiali sono circa 200, ma cambiano e si sviluppano continuamente seguendo lo sviluppo delle nuove tecnologie. Per ottenere il successo su Google, un sito web deve continuamente aggiornarsi a questi cambiamenti.

Rivolgersi a un professionista del settore è fondamentale per realizzare un sito gradevole sia a Google e agli utenti.

 

Leggi anche: 6 regole di ottimizzazione dei contenuti da seguire assolutamente

Noi di PromuoviWeb realizziamo siti web professionali perché siamo aggiornati con i più moderni trend di Ottimizzazione Web: contattaci per un preventivo su misura!

 

Valentina – PromuoviWeb • Strategie di Web Marketing su misura

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *