DuckDuckGo: cos’è e come fare SEO per il browser che tutela la privacy

duck

DuckDuckGo: cos’è e come fare SEO per il browser che tutela la privacy

Il motore di ricerca alternativo a Google continua a crescere: tutto quello che c’è da sapere

 DuckDuckGo è un motore di ricerca alternativo a Google che sta registrando una crescita costante a causa delle recenti preoccupazioni sulla privacy.

DuckDuckGo infatti si propone come motore di ricerca che protegge la privacy degli utenti perché non raccoglie informazioni personali, non memorizza la cronologia delle ricerche e non traccia i percorsi di navigazione ai fini pubblicitari.

I mantra i DuckDuckGo infatti sono molto chiari

  • Non memorizziamo le tue informazioni personali;
  • Non ti seguiamo proponendoti pubblicità;
  • Noi non ti tracciamo con o senza la modalità di navigazione in incognito.

Grazie a questi punti di forza questo browser ha raggiunto quasi 30 milioni di richieste al giorno

traffico duckduckgo 

Fonte: https://duckduckgo.com/traffic

 

Un motore di ricerca moderno e innovativo, da tenere in considerazione per iniziare a cavalcare l’onda delle nuove tendenze della search.

 

Come fare SEO su DuckDuckGo: tre consigli 

DuckDuckGo è un browser giovane e dalle percentuali di utilizzo ancora basse rispetto ai grossi player, pertanto ottimizzare il sito per questo motore di ricerca non richiede la conoscenza di particolari strategie rispetto alla normale SEO Google.

Tuttavia, per ottimizzare al meglio il sito su DuckDuckGo bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

 

1. Attira contenuti di qualità

Ottenere backlink di alta qualità è un fattore di ranking molto importante anche per DuckDuckGo.  

ranking duckduckgo

Fonte: https://duck.co/help/results/rankings

 

Come per gli altri motori di ricerca, un sito di alta qualità ha una buona Domain Authority, è rilevante in quanto risponde alle esigenze informative dell’utente e ben posizionato.

2. Cura la geolocalizzazione nelle keyword

DuckDuckGo non utilizza la geolocalizzazione per generare i risultati di ricerca, pertanto occorre fornire un contesto geografico ai vari testi delle pagine e ai meta contenuti.

 

3. Ottimizza per Bing, Yelp e Yahoo

I risultati di ricerca restituiti da DuckDuckGo sono estratti da oltre 50 fonti esterne, come Yahoo Search, Bing, Wikipedia e altri. Pertanto è opportuno verificare lo stato del tuo sito anche su questi altri motori di ricerca, controllando lo stato di indicizzazione e provvedendo a eventuali miglioramenti nell’ottimizzazione.

Da uno studio recente è emerso che ottimizzare la scheda della tua attività su Yelp aiuterà a posizionarsi per le query locali.

 

Conclusioni

La ricerca non è solo multi device, ma anche multi piattaforma. Restare aggiornati con i nuovi canali di ricerca permette di intercettare non solo nuovi utenti, ma anche nuove opportunità di business e nuovi mercati.

 

Fonte: Searchenginejournal

 

Leggi anche: Come ottimizzare il sito per Google Discover

Noi di PromuoviWeb siamo sempre aggiornati con il mondo Digital: contattaci per migliorare la tua presenza sul Web!

 

Valentina Iannaco – PromuoviWeb • Strategie di Web Marketing su misura

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *