Breadcrumbs: a cosa servono e perché sono importanti per la SEO

breadcrumbs

Breadcrumbs: a cosa servono e perché sono importanti per la SEO

Le “briciole di pane” o breadcrumbs sono una successione orizzontale di link ai menu di una pagina web che hanno lo scopo di mostrare all’utente la sua posizione esatta all’interno del sito.

Oltre a mostrare ai navigatori il punto preciso in cui si trovano, servono anche a rendere il sito più gradevole agli occhi dei motori di ricerca.

Un interessante articolo pubblicato su Searchenginejournal spiega l’importanza di questi percorsi all’interno della strategia SEO di un sito web, cioè nell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Tipologie di briciole di pane

A seconda del percorso, possono essere basate su:

  • Posizione

Sono la tipologia più diffusa perché sono utili soprattutto agli utenti che entrano nella pagina dal motore di ricerca o da altri fonti esterne. Solitamente si elencano tutti i percorsi precedenti alla pagina corrente tranne il collegamento alla pagina attuale.

  • Attributi

Servono a mostrare la lista di attributi di un prodotto che l’utente ha precedentemente selezionato, solitamente nella forma

Home > Categoria prodotto > Colore / Dimensione / Forma

 E’ possibile utilizzarli successivamente a quelli di posizione, per esempio dopo che gli utenti hanno impostato i filtri di ricerca

  • Cronologia e percorsi di navigazione

Meno utilizzate delle precedenti, servono a fornire il percorso cronologico di navigazione, nella forma

Home > Pagina precedente > Pagina precedente > Pagina precedente > Pagina attuale

Dove usare le breadcrumbs

Dovendo mostrare agli utenti la loro posizione rispetto alla gerarchia dei contenuti, le briciole di pane vengono utilizzate in siti dalla struttura complessa o con molte pagine e categorie.

Leggi anche: In quali punti della pagina web inserire le keywords

Quando non usare le breadcrumbs

Nonostante i diversi vantaggi di questi collegamenti, è facile commettere errori di utilizzo. Ecco i più frequenti:

  1. Categorie disordinate: il sito web deve disporre di una struttura lineare e ordinata delle categorie dei prodotti per utilizzare le briciole di pane;
  2. Duplicazione dei menu di navigazione: i menu principali devono essere sempre visibili e funzionali perché le breadcrumbs devono offrire una modalità di esplorazione supplementare;
  3. Uso ridondante: nei siti con poche pagine, i menu principali sono già sufficienti ad aiutare gli utenti a guidare e visitare il sito.

Leggi anche: Google inaugura le categorie dinamiche su Mappe

Vantaggi e consigli per la SEO

La regola fondamentale per utilizzare le breadcrumbs è assicurarsi che queste non duplichino il menu principale, ma offrano una funzionalità di navigazione aggiuntiva all’utente che visita il sito.

Dopo aver elencato gli errori da evitare, ecco i problemi che invece questi elementi possono risolvere

  • Riduzione della frequenza di rimbalzo

Quando le persone arrivano al sito in seguito a una ricerca su Google hanno bisogno di capire a colpo d’occhio cosa possono fare e dove si trovano. Inoltre questi strumenti sono utili per offrire loro la possibilità di visualizzare oggetti e argomenti correlati, stimolando l’esplorazione del sito;

  • Miglioramento della User Experience

Le breadcrumb offrono agli utenti un modo più semplice per navigare verso pagine di livello superiore, evitando loro di cliccare innumerevoli volte sul pulsante “Indietro” del browser per raggiungere la pagina originale. Inoltre, essendo link brevi, non occupano spazio eccessivo, aspetto molto importante da considerare nell’esperienza da mobile.

Leggi anche: Alcuni chiarimenti sul Page Speed Update

  • Visualizzazione negli snippet di Google più attraente

Google considera positivamente questi percorsi all’interno di un sito web, perché migliorano l’esperienza utente e gli suggeriscono la sua struttura.

E’ importante sapere che vengono anche mostrati nei risultati di ricerca all’interno dei rich snippet, rendendo il link più attraente

esempio breadcrumbs google

Conclusioni

Ecco alcuni suggerimenti per utilizzare le briciole di pane in modo efficace senza sbagliare

  • Non usarle per siti con gerarchie inferiori ai tre livelli;
  • Posizionarle al di sopra del titolo e del contenuto principale;
  • Non inserire il collegamento alla pagina corrente, ma menzionarla senza link;
  • Usare nomi di menu più brevi e semplificati, considerando le keywords;
  • Adottare i simboli frecce o l’icona > per separare le varie voci, evitando le barre verticali che potrebbero generare confusione;
  • Assicurarsi che i menu principali non vengano duplicati.

A livello SEO, questi elementi sono un ottimo alleato per ridurre la bounce rate e aumentare i tempi di permanenza sul sito. Utilizzarli con saggezza aiuterà i visitatori a muoversi tra le varie pagine e contribuirà all’usabilità del sito stesso.

 

Leggi anche: L’importanza di avere un sito internet professionale: perché avere un sito web aziendale?

Noi di Promuoviweb realizziamo siti web professionali perché siamo aggiornati con i più moderni trend di Web Design: contattaci per un preventivo su misura!

 

Valentina – Promuoviweb • Strategie di Web Marketing su misura

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *